Pelle di foca: il nuovo tessuto della pellicceria

Pelli di foca un materiale ecosostenibile e le lavorazioni di Kopenhagen Fur Studio

Pelli di foca: stupende, morbide, brillanti dal cuoio sottile. Dopo averle scoperte ieri presso Kopenhagen Fur Studio non riesco più a togliermele dalla testa.

Parlo seriamente.

Sono andata a dormire sognando di fare pellicce con le pelli di foca e questa mattina non vedevo l’ora di venire qui da Kick al Design Studio (Kopenhagen Fur Studio) per vedere qualche nuova lavorazione con questa pelle.

Perché le lavorazioni che si possono fare sono incredibilmente affascinanti: lavoraizoni 3d, colori fluo, ricami, intarsi e molto altro.

 

La pelle di foca a differenza delle altre pelli da pellicceria non ha bisogno di essere inchiodata.

quindi per i giovani designer è molto più facile da utilizzare.

E questo non è un dettaglio da sottovalutare! Utilizzare le pelli di foca significherebbe saltare parecchi steps nella produzione delle pellicce. Infatti per la sua duttilità potrebbe essere soprannominata “il tessuto della pellicceria”.

Perché se penso alle giacche di foca mi vengono in mente solo gli eschimesi?

E ancora una domanda. Com’è possibile che un materiale così bello non sia stato inserito nel fashion system negli anni passati?

Thomas del Kick, Studio di design della Kopenhagen Fur, mi ha mostrato alcune lavorazioni e colori realizzati recentemente.

I colori sono incredibili!

I peli e il cuoio li assorbono perfettamente e le possibilità di mixarli sono infinite.

Le lavorazioni poi sono molteplici: il 3d è la più recente ed è quella che ha stimolato maggiormente i designer, ma anche l’imbottito, i tagli, gli intarsi e le applicazioni con altri materiali non sono da meno.

laboratorio_di_pellicceria_lady_fur

lady_fur_kick

kick_design_studio_kopenhagen_fur_lady_fur

_DSC1526

 

Domani pubblicherò tutte le lavorazioni di cui vi sto parlando.

a domani

Samantha

1 Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *