Video pellicce Mano Swartz

Video Pellicce Dopo aver pubblicato a settembre il riassunto del video con Mano Swartz oggi condivido con voi la versione totale che racconta la mia esperienza a Baltimora.

Video pellicce Mano Swartz, amo questo video so che è lungo ma se avete tempo guardatelo e ne caso in cui non aveste 12 minuti da dedicarmi allora vi consiglio di guardare il primo di un minuto e quindi secondi. Per vedere tutti i post realizzati con Mano Swartz sul mio blog digitate Mano Swartz nel SEARCH del mio blog o cliccate qui. Mano Swartz ha da poco lanciato uno shop online ricco di pellicce cliccate qui.

Per visitare lo shop online di pellicce di Mano Swartz

Tutte le pellicce che vedete nel video sono di Mano Swartz e potete trovarle sul suo sito. Per la prossima New York Fashion Week 11/18 febbraio indosserò una delle sue pellicce. Non vedo l’ora di condividerla con voi: è stupenda. Se riuscirò a far incastrate i tempi andrò anche a Baltimora a trovare quella che io chiamo la mia “famiglia americana”: Richard e il suo team.

Per chi non avesse mai visitato il mio sito e non conoscesse Mano Swartz e volesse sapere perchè ho fatto il “video pellicce“, qui sotto una breve spiegazione.

Chi è Mano Swartz

Mano Swartz è un brand americano di pellicce, esattamente è il pellicciaio più antico d’America. Richard Swartz è la quarta generazione della dinastia Swartz. Ho anche fatto un post dove mi trovate seduta in mezzo ai ritratti degli antenati.click qui Mano Swartz vende pellicce ma le compra anche e le rivende, ovvero un servizio a cinque stelle.

L’incontro fra Lady Fur e Richard Swartz 

Richard Swartz ed io ci siamo conosciuti sul web. Su Linkedin nel 2015. Ho aperto il mio blog quattro anni fa propio con l’obiettivo di attirare e conoscere più persone possibili con la mia stessa passione per le pellicce. Richard dopo aver letto il mio blog, si iscrisse alla mia newsletter e mi contattò tramite Linkedin. Caso vuole che entrambi pochi mesi dopo saremmo andati alla fiera della pellicceria americana a Chicago: Iloe Fair. A Chicago incontrai dunque Richard Swart e parlammo per ore. ORE. Qui il post del nostro meeting dal quale traspare il mio entusiasmo. Diventammo subito amici. Richard ama i miei video e mi propose quindi di realizzarne uno con lui: video pellicce (il trailer e video pellicce la versione totale) Poi mi invitò a visitare la sua pellicceria a Baltimora in America in agosto.

video pellicce lady fur

Lady Fur a Baltimora con Mano Swartz

Il benvenuto al mio arrivo fu pazzesco. Richard mi fece trovare attaccato al suo negozio un cartellone gigante con la scritta WELCOME LADY FUR. Sia il suo team che la sua famiglia sono persone deliziose che mi hanno fatta sentire subito a casa. E’ stata in assoluto una delle esperienze più belle della mia vita. Non voglio essere ripetitiva ho scritto nel dettaglio tutto quello che successe day by day: leggete i post passati ne vale la pena soprattutto per le foto. Ho lavorato con una delle fotografe più brave del mio team Azzurra Piccardi colei che ha anche fatto il video pellicce.

L’online shop di Mano Swartz 

Richard è affascinato dal mondo del web, infatti a settembre lancio il negozio di pellicce online. Vi consiglio di darci uno sguardo perché vende pellicce con prezzi davvero competitivi e potete trovate di tutto, accessori, pellicce vintage, pellicce classiche, peluche un po’ di tutto.

Nelle foto che vedete indosso un gilet di volpe Mano Swartz.

Per visitare lo shop online di pellicce di Mano Swartz

Video pellicce Mano Swartz

lo so,  il titolo: “video pellicce” suona male, ma ora vi spiego perchè ho intitolato video pellicce post e video. Digitando “video pellicce” sul Google sono usciti video terribili, violenti, irreali, falsi, scioccanti, ripeto FALSI.

I VIDOE SONO FALSI

Dio solo sa chi sono quelli che sono stati pagati per realizzarli e ancora meglio chi ha pagato questi morti di fame per realizzarli. Forse le stesse associazioni che dichiarano di difendere gli animali per fare in modo che la gente investa in queste associazioni? mmm possibile.

Comunque vi dò due punti sui quali riflettere:

se gli animali venissero scorticati in questo modo le pelli non sarebbero utilizzabili né vendibili.

Gli animali da pellicceria devono crescere psicologicamente bene se no il pelo si rovina, non brilla non è di qualità e non ha valore. Non solo: l’animale deve essere MORTO da almeno 12/24 ORE.

Gli animali che noi mangiamo, o tutti gli accessori di pelle che indossiamo e usiamo invece provengono da animali che se hanno o non hanno una belle pelle non è importante,  quindi possono anche crescere stressati, nervosi, nutriti male, etc…Non voglio attaccare gli altri settori vorrei soltanto chiarire che il nostro settore, quello della pellicceria, è quello che fa crescere nel miglior modo possibile gli animali. Ma è risaputo che la massa è vittima dei media da sempre. Il settore della pellicceria non ha mai investito in comunicazione per difendere il settore perchè purtroppo le associazioni sono gestite da persone molto anziane. E’ solo da pochi anni che esistono siti che certificano e spiegano esattamente cosa succede nel nostro settore. Thethrutaboutfur, wearefur.com sono siti ricchi di vere informazioni. Sono siti che non guadagnano  vendendo pellicce. Sono associazioni internazionali che devono rispettare le leggi. Quindi quello che è scritto sui siti E’ VERO non è opinabile.  Mentre se guardate i video su You tube quelli sì sono opinabili, gli autori sono sconosciuti e non esistono certificazioni.

Meditate su ciò che ho scritto.

video pellicce lady fur mano swartz

Vostra Lady Fur Prima  eunica blogger al mondo specializzata nel settore della pellicceria

logo welovefur

2 Comments

  • Massimo scrive:

    Bellissima esperienza anche questa. Grazie per la condivisione.
    Un abbraccio
    Baci baci
    .

  • Nica scrive:

    Purtroppo il settore della pellicceria è molto comodo da vituperare. Ma credo che chi abbia voglia di informarsi sul serio è perfettamente in grado di rendersi conto di quante falsità si sostengono su un settore che invece rappresenta un bellissimo esempio di creatività, artigianalità, eleganza. Tra l’altro i filmati con quelle scene orribili sono sempre gli stessi che girano da anni. Ma come si può pensare che quello sia il modo di produrre pellicce? Sarebbero pellicce adatte a un uomo di neanderthal, tra l’altro, non certo adatte alle donne. Un pelo in buono stato è indice di un animale cresciuto in ottime condizioni. Inutile aggiungere altro, direi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *