Kastoria la fiera della pellicceria e il mio party

Kastoria International Fur Fair: la fiera della pellicceria di Kastoria 2018 e il mio primo party di welovefur

Mamma mia che figata! Questa esperienza a Kastoria me la ricorderò per tutta la vita.

Sono in aereo e sono le 8 del mattino, in piedi dalle quattro per raggiungere Salonicco  partendo da Kastoria la città della pellicceria. Sono andata a dormire – si fa per dire – alle tre quindi se c’è qualche errore nel testo non fateci caso. Alla fine ho dormito solo una sessantina di minuti.

In quei sessanta minuti credo di aver parlato nel sonno

anzi sì,

me l’ha confermato Matteo, dicevo YAMAS YAMAS YAMAS.

Yamas significa “alla salute” ed è il modo di brindare per i greci….

ALT!

Io non bevo MAI alcool e nemmeno vino (sono noiosa non bevo, non fumo etc..)  ma quando vado a Kastoria è praticamente impossibile non bere. Sarebbe una scortesia nei loro confronti  e quindi mi adeguo e bevo, ma al terzo sorso di vino ero già andata…

Dopo pelliccia, la parola Yamas credo sia la parola più usata dai greci di Kastoria =)

Scherzi a parte

adoro Kastoria, adoro i greci che lavorano con tanto amore in questo settore e la fiera è stata davvero una sorpresa.

Che trasformazione!

La fiera di Kastoria, l’International Kastoria Fur Fair,  si è evoluta in qualcosa di sorprendente rispetto a cinque anni fa quando feci il mio primo video in fiera nel 2013 (cliccate qui per vederlo). Nonostante tutto mi innamorai subito di quell’atmosfera magica anche se la Fiera esteticamente era messa malino. Quelli erano gli anni d’oro per la pellicceria, io ero al mio primo video nel mondo delle fiere della pellicceria e quindi il mio entusiasmo era all’apice degli apici.

Sembrava di stare in un container. Internet non funzionava, gli stand erano moderni ma c’era un po’ di confusione perché i big brand di Kastoria non volevano partecipare alla fiera adducendo come scusa che essendo del posto e avendo gli shops e le factory lì i clienti potevano passare dalle loro aziende senza  recarsi in Fiera. I visitatori in questo modo si disperdevano, la fiera non otteneva il supporto dei grandi brand che sarebbero serviti come valore aggiunto. Inoltre per tre anni ci fu la competizione con la Fiera di Atene che ora credo non ci sia più.

Era un peccato perché l’unione fa la forza e in una fur community come la nostra e come la loro bisogna sempre supportarsi a vicenda e soprattutto quando si è competitors serve un leader che sappia far stare tutti uniti, che sappia far sognare, influenzare,  risolvere anche i problemi altrui, prendere delle decisioni che facciano la differenza, innovare etc..

Il leader è arrivato ed è il nuovo presidente Mr Ioannis Korentsidis che è riuscito non solo a riportare i top brands della pellicceria in fiera come Avanti Furs, Di Cara, Manakas, ma che ha anche cambiato il target dei visitatori. Fino a qualche anno fa c’erano soltanto russi (improvvisamente quasi spariti e fu un dramma) mentre quest’anno ci sono stati visitatori provenienti dall’Inghilterra, Cina, Turchia, Italia da ben 13 nazionalità diverse … La fiera è bella. Bella esteticamente, funzionale, internet funzionava ovunque, gli stand moderni e il cibo al bar della fiera è delizioso tipico del posto anche se non ne ho approfittato molto perché in tutti gli stand in cui entravo i miei amici greci al grido di YAMAS YAMAS mi offrivano da bere =)

Non è importante la quantità dei visitatori di una fiera ma la qualità degli stessi.

Non una fiera stressante ne dispersiva. Ricca di spunti e ricerca. Non vedo l’ora che sia novembre per tornare a Kastoria al Fur Shopping Festival 1-3 Novembre cliccate qui per maggiori info.

Durante i giorni della fiera ho anche organizzato un piccolo evento ma di questo ve ne parlerò fra poco.

Sono molto affezionata a Kastoria. Credo che i miei video passati e quello di questo post più le foto lo dimostrino.

Anch’io nel mio piccolo ho supportato Kastoria come loro hanno supportato me fin dall’inizio.

Per me molti di loro sono alleati, parte della mia community, amici, alcuni clienti ma ciò che ci accomuna è la somiglianza con noi italiani: prima del lavoro c’è l’amicizia ma non quella finta…. quella vera….

Non ho fatto un party a Kastoria per fini commerciali né sono andata con l’intento di vendere niente e i brand di Kastoria che stanno leggendo il mio post lo sanno bene.

Sono andata in fiera a Kastoria per loro. Per incontrarli nuovamente e continuare a crescere con loro.

Va beh, dopo questa sdolcinata vi dico come sogno di vedere la Kastoria Fur Fair fra qualche anno annotando di seguito quello che penso possa aiutare la fiera a crescere in modo esponenziale in base alle mie esperienze nelle altre fiere di moda e settoriali:

  • ALLEANZE CON LE ALTRE FIERE DELLA PELLETTERIA, TESSUTI MODA (lo scambio dei visitors, buyers, espositori) in questo modo i brand di Kastoria che sono famosi anche per la produzione otterranno una visibilità maggiore magari troveranno aziende che saranno interessate a comprare i capi o a fare le produzioni. Voi di Kastoria siete forti soprattutto per la produzione – avete potenzialità che gli altri stati non hanno – uscite da Kastoria andate a spaccare i c*** all’estero e poi portate i visitors alla vostra fiera. Credo che questo sia il momento migliore per spingere e mostrare ai brand della moda le vostre potenzialità. I frequentatori delle fiere dei tessuti e pelletteria sono anche brand manager di grandi brand di moda, designers di brand di moda che fanno ricerca … magari stanno cercando nuovi produttori e chi meglio di voi può rispondere alle loro richieste?
  • AREE TREND BOOKS COME ESPOSITORI: i trend books che mostrano i colori delle tendenze attirano un sacco di nuovi clienti…. proporre ai trend books un progetto speciale dedicato al fur… In tante fiere della moda la zona trend è la più importante che attira davvero tantissima gente. Anche alla fiera Linea Pelle è così….
  • TECNOLOGIA: cercate sponsor come Samsung che possano installarvi pareti a schermi a led touch dove raccogliere i dati dei vostri visitatori e fare attività di raccoglimento dati e attività empatiche come fare la foto in fiera, giochi tre d…. Due anni fa ho lanciato questo progetto proprio con Samsung ….. Se la fiera diventa tecnologica diventa materiale per la stampa e la brand awareness della fiera crescerà di botto…. Sarebbe un bel contrasto: la fiera della pellicceria più tecnologica del mondo.
  • SCUOLE MODA: fate uno scambio con le scuole della moda più importanti del mondo come la Marangoni di Milano, Parsons, Parigi… qualcuno di voi vada a fare un corso gratuito nella scuola in cambio di una visita degli studenti a loro spese alla vostra fiera e pubblicità sui siti delle scuole di moda – gli scambi funzionano sempre…
  • MODEM ONLINE: modem online è la guida dei buyer della moda – potremmo pensare ad un progetto.

Avrei altre idee come fare campagne Facebook Ads utilizzando Audience Network: avete presente come Trump ha vinto le elezioni? Be si puo’ fare una cosa simile ma legale…

Oggi il web, i Social in particolare, vi permettono di sfruttare strumenti pazzeschi che possono aiutarvi a raggiungere persone realmente in target e a convertirle in clienti.

Spero che le mie idee possano tornarvi utili. In fondo al post le foto della fiera della pellicceria di Kastoria: Kastoria International Fur Fair 2018

IL MIO WELOVEFUR PARTY A KASTORIA 2018

Pochi giorni prima del mio arrivo a Kastoria decido di organizzare un piccolo evento. L’idea viene a Matteo alle ore 10 di sera:”Invia una newsletter e chiedi ai tuo follower chi vuole venire“.

Nonostante il party fosse in contemporanea con quello di Manakas sono venute tante persone (non tutti quelli che mi aspettavo perché molti erano impegnati a seguire i loro clienti) ma è stata una serata bellissima.

Il Kastoria Hotel dove vado da anni mi ha aiutata ad organizzare il party. Ho offerto stuzzichini e vino, proiettato una cinquantina di miei video con più di un milione di visualizzazioni e messo la mia playlist di musica preferita.

Matteo ha scattatto le foto che saranno spedite stampate con dedica ai miei invitati.

Ci siamo divertiti

Qui sotto le foto

Un grazie speciale al Kastoria Hotel a Antonio suo papà e tutto il team per avermi aiutata e a tutti i partecipanti: vi voglio tanto bene!

Ci vediamo a novembre per il Kastoria Fur Shopping Festival dal 1 al 3 di novembre.

Qui sotto le foto della fiera Kastoria Fur International Fair 2018

foto Matteo Volta   (mio futuro marito)

3 Comments

  • Pietro Foglino scrive:

    Complimenti, ho un negozio in Acqui Terme (al) completamente blindato con un caveau munito di portaforte con combinazione e doppia chiave. Posizione strategica e commerciale. Voglio fare pellicceria e custodia. Non vi e’ locale attrezzato come il Mio. Puoi interessati, compenso professionale Tarantino.

  • Pietro Foglino scrive:

    Complimenti, ho un negozio in Acqui Terme (al) completamente blindato con un caveau munito di portaforte con combinazione e doppia chiave. Posizione strategica e commerciale. Voglio fare pellicceria e custodia. Non vi e’ locale attrezzato come il Mio. Puoi interessati, compenso professionale garantito

  • Christian Ferretti scrive:

    Bellissimo post e complimenti per i tuoi traguardi raggiunti. Sono soddisfazioni che ti meriti veramente. Un bacio
    Alessia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *