Black Cross Pelli di visone

black_gross_pelle_di-visone

Tre settimane fa alla Kopenhagen Fur abbiamo realizzato un bellissimo servizio con alcuni visoni mutati, come il black cross che vedete in foto ed altri.

Ho deciso di non condividere tutte le foto in un unico post perché l’importanza di questa esperienza, fra le più belle della mia vita, mi induce a diluirle nel tempo per potervi trasmettere, immagine per immagine, tutto l’amore che provo per questo lavoro.

Quando affermo di amare il mio lavoro non mento, io, il mio lavoro lo amo davvero. Lo amo, a tal punto che non riesco ad immaginare la mia vita dedicata a qualcos’altro. Lo amo perchè mi aiuta ad imparare e scoprire sempre cose nuove e lo amo ancora di più perchè stimola la mia creatività in un settore così vasto e ancora poco conosciuto.

Vi illustro questa foto. Sulla sinistra ci sono delle pelli femmina di black cross allo stato grezzo, e sulla destra ci sono io, con il capo finito fatto con lo stesso tipo di pelle.

Il black cross è un visone mutato, un incrocio fra due visoni: è un colore naturale molto apprezzato dai designer. E’ stato utilizzato negli ultimi anni da molti brand di pellicceria che, in alcuni casi, hanno soltanto rinforzato leggermente il colore.

Un consiglio per i designer del mondo della MODA e FORNITURE DESIGN :

non utilizzate il black cross soltanto al naturale ma provate a colorarlo anche con tinte forti, perché il risultato finale è qualcosa di incredibile.

Qualche mese fa alla MIB, una delle concerie più importanti d’Italia, ho visto delle pelli colorate in rosa, blu, azzurro, arancione, rosso. EFFETTO MEGA BOOM!

La parte bianca del pelo assorbe molto bene il colore, la parte scura un po’ meno. Risultato: effetto sfumato tinta su tinta tipo brinatur molto mosso. Troppo difficile da spiegare in un post senza immagini… ma prometto che alla mia prossima visita alla MIB pubblicherò le foto dei blackmcross colorati !!! Rimante connessi perché andrò in conceria a breve.

I giochi di colore che si possono fare sul black cross sono infiniti…. Cercate di immaginare la bellezza di poter utilizzare una pelle da pellicceria!  Poter studiare la tecnica di colorazione, l’effetto, la sfumatura, tutto in base alle vostre idee e ai vostri disegni!

Io dico sempre che i colori sono molto importanti. Per non parlare degli abbinamenti….. Come colorereste voi una pelle di black cross?

Io le userò sicuramente nella mia prossima collezione.

Colorate e allo stato naturale, cercando di creare un contrasto forte, ma nuovo e di sicuro effetto.

Non domandatevi perché nelle foto i visoni hanno il codice a barre ma andate a leggere i post precedenti nei quali ho spiegato in parole molto chiare e semplici come avviene in asta, l’assortimento delle pelli. Credo che potreste trovarli di un certo interesse.

Post uno http://www.welovefur.it/video/kopenhagen-fur-la-classificazione-delle-pelli-e-i-label/

Post due http://www.welovefur.it/visone-2/venticinque-milioni-di-pelli-da-kopenhagen-fur/

Ancora una curiosità prima di lasciarvi:

Spesso su Facebook ricevo richieste di amicizia da parte di persone che amano le pelli come me. La cosa che mi fa sorridere é che invece di ricevere messaggi con presentazioni tipo: “Ciao sono Pinco: seguo il tuo blog bla  bla bla…” ricevo messaggi di questo tipo :

“Ciao Lady Fur. Qual’è la tua pelliccia/ pelle preferita? “

Sempre la stessa domanda che riceverà, immancabilmente sempre la stessa risposta:

“Le amo tutte, ma in modo differente. Il mondo delle pelli è così vasto e variegato.”

Se la domanda fosse:”Qual’e la tipologia di visone che preferisci?” non avrei esitazioni:

“Black Cross, la pelle che vedete in foto.”

A cinque anni ho ricevuto la mia prima pelliccia: era di coniglio. L’ho amata, ci ho giocato, ma ero troppo piccola per capire cosa avevo tra le mani.

A quindici, il mio primo black cross. Una giacchetta di visone di colore naturale molto corta e femminile con fodera rosa. Era Natale. Avevo ricevuto molti altri giochi ma quello fu il dono che mi aprì un mondo.

Vi basti sapere che decisi di indossarla anche per sciare =)=)

Pochi anni dopo per un compleanno chiesi una seconda pelliccia (di nuovo il black cross). L’ho amata talmente che ancora la indosso ai giorni nostri, tutti gli inverni. Ho fatto cambiare la fodera che era tutta consunta ed allungare le maniche perchè facendo un rapido calcolo, avendo al momento 28 anni, indosso questa pelliccia da dieci. 10 ANNI

La mia mamma naturalmente ogni volta che la vede esclama: Ancora!

Ma io faccio spallucce!

 Ne ho altre, è vero, ma io sono affezionata al mio vecchio black cross.

Il suo pelo, a differenza dei visoni a tinta unita riesce a far dimenticare l’effetto di pellicceria old style rendendo ogni capo molto più giovanile

Nonostante io abbia una collezione di pellicce tutta mia, indosso questo capo a tutti gli appuntamenti importanti, alle cene con i ragazzi e gli amici, praticamente sempre…..

Daltronde se le pellicce, ben curate, durano quarant’anni quanti “Ancora!” dovrà esclamare la mia mamma!.

Provate il black cross così capirete di cosa sto parlando

MIAO MIAO

LADY FUR

Foto : MF

MUA: Timo Raatikainen

PELLICCIA: KICK KOPENHAGEN FUR

PELLI : BLACK CROSS KOPENHAGEN FUR

10 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *