IPOCRISIA: NO! Non voglio essere etichettata come un’azienda che produce pellicce! Questa è la risposta di alcune maison Italiane che utilizzano pelle e pelliccia.

Durante la Settimana della Moda di Milano ho avuto modo di confrontatami con alcuni brand che ad oggi hanno intere collezione di pellicce e articoli in pelle e non solo per la stagione invernale ma anche per quella estiva.

Gli stessi brand che invece di collaborare e difendere il loro operato, l valori della loro attività e aiutarsi l’un l’altro decidono di cadere nell’ipocrisia più bieca.

Alla domanda : Domani scriverò un post sulla vostra collezione ( di pelle e pelliccia): va bene ? La risposta è stata : NO! Non vogliamo essere etichettati come un brand che produce pellicce. Sposiamo e sponsorizzeremo campagne contro le pellicce. Scriva dei capi in tessuto ma non di quelli in pelle. IPOCRISIA TOTALE.

Fossi loro cliente mi sentirei leggermente preso in giro.

I brand aventi nelle loro collezioni capi in pelle e pelliccia che sposano le campagne contro gli stessi dovrebbero essere depennati.

Le case di moda inquinano l’abbiente con i loro capi sintetici, con i coloranti, i prodotti chimici per non parlare d come smaltiscono le rimanenze….

E inquinare l’abbiente significa UCCIDERE persone e animali.

Ci sono Maison che una stagione fanno la campagna contro le pellicce e quella successiva le propongono, facendo finta di dimenticare gli intendimenti di due mesi prima.

Per non parlare dei brand che sostengono di non utilizzare materiali provenienti da animali. Peccato però che entrando nel loro show room scopro che utilizzano accessori in pelle, cuoio e pelliccia. E quando faccio loro notare questo dettaglio mi sento rispondere : Ma in poca quantità….

Cosa significa in poca quantità? IPOCRISIA…..

Lavorare la pelle è un’arte, l’Italia è famosa per questo mestiere ma se le case di moda in primis si nascondo dietro a un dito e mandano messaggi negativi o errati, soprattutto in questo momento di crisi, quando maggiore è il bisogno di aiutare a rilanciare il made in Italy non penso che l’economia si riprenderà facilmente, né che gli italiani che vestono alta moda abbiano piacere di servirsi di queste maison……

Non a caso, coloro che hanno mezzi comprano all’estero o nelle case di Moda che meritano come Prada e Fendi.

Miao Miao

Lady Fur

 

1 Comment

  • Filippo Della Rovere scrive:

    Che all’articolo. Mi era sfuggito.
    Sono perfettamente d’accordo con te. Troppe persone e aziende, non hanno il coraggio di esporsi pubblicamente pur utilizzando pellame e pelliccia per accessori e altri articoli.
    Insisti per la tua strada e vai serena. L’ipocrisia è un male che esiste da sempre
    Un abbraccio
    Filippo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *