Pellicce Ecologiche: un danno per l’uomo e l’ambiente.

pellicce_ecologiche_inquinano

Premettendo che ognuno è libero di pensarla come vuole, questo vale, sia per gli animalisti, che per quelli che la pelliccia la usano.

Molti vegetariani o amanti degli animali scelgono di indossare  la pelliccia ecologica per non avere sulla coscienza la morte di povere bestiole.

Ma, essendo realizzata con materiali a base di petrolio,  si può definire ecologica?

Penso che il termine pelliccia ecologica sia del tutto errato:  sicuramente sarebbe più appropriato quello di  Pelliccia sintetica.

Gli animalisti propagandano in alternativa alla pelliccia vera quella  sintetica: pensate sia corretto? Secondo me è una contraddizione, loro dovrebbero amare gli animali e non creare confusione.

Le pellicce vere provengono dall’uccisione di animali di allevamento che muoiono istantaneamente senza patire alcun dolore.

Le pellicce ecologiche provengono anche qui dalla morte di animali, con l’aggravante dell’inquinamento e la distruzione di interi ecosistemi, che i pozzi petroliferi e le navi petroliere, ogni anno continuano a provocare.

Da cosa è composto il materiale sintetico?

Il materiale sintetico è composto di nylon, acrilico e poliestere, tutti derivati del petrolio. Secondo il libro “Sustainable fashion and textiles” di Kate Fletcher, per ottenere un chilo di pelliccia sintetica servono rispettivamente 150, 157 e 109 megajoule di energia a seconda del materiale usato. Ai costi di produzione vanno aggiunti quelli dello smaltimento, che nel caso dei derivati del petrolio sono alti, e molto inquinanti.

In sintesi, una pelliccia sintetica si può paragonare a una vecchia busta di plastica, e come tale non  biodegradabile, anzi come le vecchie buste di plastica praticamente indistruttibile.

Paradossalmente, invece, le pellicce vere sono biodegradabili,  In altre parole  “pelliccia ecologica”.

Morale: vestitevi secondo  la vostra coscienza, ma evitate di dire  agli altri che cosa indossare, potreste anche dare consigli sbagliati.

Secondo alcuni animalisti noi dovremmo  evitare di vestirci con pelli di animali o mangiarne la carne, ma a  cosa dovremmo rinunciare secondo loro?

I capi di abbigliamento derivati dal regno animale sono molti: cappotti, giacche o giubbini, pantaloni e gonne, scarpe, borse e portafogli, cinture, vestiti in seta (visto che anche queste sono prodotte uccidendo animali) senza contare gli interni in pelle delle automobili, i rivestimenti di divani e poltrone, per non parlare poi del cibo: niente  carne. Banditi i pesci, i bovini, gli ovini, i suini, etc etc….

Qualcuno potrebbe obbiettare che si può mangiare vegetariano, e vestirsi con indumenti con fibre vegetali, ( visto che con quelli sintetici, come ho spiegato prima, non si dovrebbe)

Ma allora non potremmo neppure curarci con i farmaci che sono notoriamente testati sugli animali nè usare cosmetici perché anche quelli vengono testati sugli animali.

Io, personalmente,  indosso pellicce vere, un dono della natura, termiche,  naturali, non inquinano, durano anche 30 anni.

Sono  vegetariana e amo gli animali.

Miao Miao

Lady Fur

Post fur

La pelliccia è solo un bene di lusso o e un bene necessario?

In questo post vi dimostro che negli allevamenti di visoni nessuno animale viene scuoiato vivo.

Video girato in un allevamento di visoni 

7 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *