Intervista con Kelli McGuinness giovane designer

Kelli-McGuinness

D – Parlaci di te, quanti anni hai? Dove sei nata? Dove vivi?

R – Sono laureata in Fashion Design BA (HONS). Ho 23 anni e sono nata a Sutton Coldfield nelle Midlands (Regno Unito). Attualmente vivo a Tamworth ma presto mi trasferirò a Londra.

D – Dopo aver studiato alla De Montfort University moda hai creato la tua collezione ricca di capi in pelliccia. A cosa ti sei ispirata?

R – Come designer mi piace mescolare trame e tessuti piacevoli al tatto. Nella mia collezione ho voluto combinale l’uso della pelle di pecora Mongolian con la Nappa della pelle d’agnello e la vivacità della maglia. La mia ispirazione per questi pezzi nasce dall’idea di combinare tessuti insoliti che, lavorati insieme, mi hanno permesso di creare capi interessanti e desiderabili. Il titolo della collezione, “Wired”, gioca appunto sull’idea di questa fitta trama di circuiti interni, ben studiati, di strati lavorati insieme, intrecciati tra di loro fino a creare un vero e proprio percorso visivo.

D – Descrivi la tua collezione: materiali e colori.

R – Nella mia graduating collection “Wired” ho usato tessuti e colori vivaci, combinando la maglieria con la pelliccia e la pelle. Ho usato tessuti ad alta prestazione intrecciati a materiale plastico. La gamma dei colori va dal verde lime agli aranci e gialli luminosi. Il tema costante della collezione è stato lo sportswear. Ne sono un esempio i capi di maglieria ai quali ho voluto dare un taglio e un’estetica divertente.

D – Come mai hai deciso di utilizzare la pelliccia? Hai una passione speciale per il pelo e la pelle?

R – Nel mio lavoro mi piace sperimentare tessuti dalle trame uniche e interessanti, spingermi fino ai confini di ciò che con essi può essere fatto. Penso che l’uso delle pellicce riesca a rendere viva una collezione! Si tratta di un tessuto unico e lussuoso che può essere utilizzato in modo divertente e stravagante! Mi piace trovare nuovi modi di utilizzare la pelliccia, usarla in maniera insolita, diversa.

D – Quali sono le difficoltà che incontra un giovane designer per emergere?

R – Penso che sia sempre difficile per i nuovi designer emergere in questo settore. Io credo nella mia collezione, nelle mie idee come designer e sono convinta che il sapersi esporre, il farsi notare sia la vera chiave di volta! Al momento ho un paio di nuovi progetti su cui lavorare e intanto continuo a cercare di far conoscere la mia collezione al mondo della moda!

D – Quali sono i tuoi piani futuri?

R – Come ho già detto, ho intenzione di trasferirmi a Londra, magari aprire una piccola boutique a Brick Lane e, lavorando lavorando, crescere come designer.

D – Cosa fai nel tuo tempo libero?

R – Amo la moda, la fotografia e la lettura. Quando non ho la testa curva sulla mia macchina da cucire trascorro il tempo leggendo ID Magazine o l’interessante biografia di una donna che mi ha ispirata o che potrebbe ispirarmi!

D – Quali sono le tue passioni oltre alla moda ?

R – Amo la fotografia. Sono costantemente alla ricerca di foto sulle riviste di moda. Nel mio tempo libero mi piace catturare tutti quei momenti che ritengo interessanti e le immagini che mi ispirano!

D – Dove possiamo seguirti ? FB, TWITTER, LINKEDIN

R -Mi trovate su Twitter e Facebook  

Grazie a Kelli

Con affetto

Lady Fur

Miao Miao

2 Comments

  • eleonora scrive:

    Quanto mi piacciono questi giovani stilisti che parlano di pelliccia come un “tessuto lussuoso” e non come “pelle di animale”. Finalmente cominciano a rendersi conto che la natura ci offre anche questo splendido materiale che puo essere lavorato e modellato in moltissimi modi “divertenti e stravaganti”senza farsi troppe paranoie…
    (P.S.:scusate se ho fatto outing) :-))

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *