Intervista a Vladimiro Gioia

Vladimiro-Gioia-16

Qualche tempo fa, esattamente 17 aprile 2012 a Milano, ho incontrato Vladimiro Gioia… E ‘stato così emozionante parlare con lui.. Non volevo più andarmene… In poche ore mi ha raccontato la sua storia che potrebbe essere piuttosto definita come una fiaba in pelliccia… A soli diciassette anni la sua passione lo ha portano a lavorare giorno e notte nel laboratorio di pellicce dei suoi genitori. A diciannove ha iniziato la sua avventura con Valentino: trampolino di lancio per le future collaborazioni con eccellenti marchi famosi.

Nel 2010 ha presentato la collezione Vladimiro Gioia che IsSelected di Dolce e Gabbana ha messo in vendita a Milano in Spiga2, store multimarca di lusso dedicato agli stilisti emergenti. E’ stato presto notato da Anna Dello Russo che ha scelto di indossare alcuni dei suoi capi alla settimana della moda di New York.

Un boom… Le sue creazioni sono oggi in vendita in molti negozi esclusivi e indossate da molte stelle del cinema!

 

Questo è il breve riassunto dei suoi successi… Tutto ciò che dovete fare ora è leggere l’intervista e guardare le foto della sua bella collezione…

 

Un appunto finale… I cappotti in pelliccia di Vladimiro sono ultra leggeri, la pelle è di ottima qualità per non parlare delle finiture… Il coccodrillo e il pitone sono così morbidi che è quasi impossibile non desiderare di indossarli…

 

LF: Dimmi di te…

 

VG: Sono nato in Italia e cresciuto nella fabbrica di famiglia: una realtà fatta di pelle e pelliccia che mi ha affascinato da fin da subito. Infatti, non appena ne ho avuto l’occasione, ho iniziato a collaborare con diversi brand! Grazie a queste esperienze, ho imparato tantissimo e la creatività mi è stata e mi è d’aiuto… mi ispira! Personalmente, quando progetto un nuovo capo, immagino di disegnarlo e poi farlo vivere. Passo le mie giornate tra moda, moda, moda e molto altro!

 

LF: Parlami della tua carriera nel mondo della moda.

 

VG: Dopo aver collaborato con diverse firme, sono tornato alla fabbrica di famiglia portando il mio stile e il mio modo di interpretare la moda. Ho creato una piccola collezione di pellicce e ho deciso di presentarla con tanta speranza e un pizzico di paura. Avevo solo diciannove anni quando è iniziata la mia avventura con Valentino… Si sono così susseguite diverse collaborazioni: Dior, Burberry, John Galliano, Bally, DSquared2, Iceberg, Ferré… sono solo alcune delle aziende con le quali ho avuto l’opportunità di lavorare. Nel 2010 ho iniziato a lavorare al mio marchio e nello stesso anno ho messo su la prima collezione, Vladimiro Gioia. Sono stato scelto da Domenico Dolce e Stefano Gabbana per il progetto Spiga2, un negozio multibrand focalizzato sulle collezioni dei designer emergenti. E’ stata una notizia meravigliosa, emozionante, il mio trampolino di lancio…

 

LF: Quali sono le pelli per la pellicceria che preferisci e perché?

 

VG: Amo la pelliccia. Seleziono i materiali in base alla ispirazione della collezione, allo stato d’animo, ai disegni che ho fatto e ai sentimenti che voglio evocato nelle persone. Mi piace lo swakara perché riesce a dare una silhouette pulita, pur mantenendo un di lusso incredibile, o le volpi con i loro colori vivaci. Il lusso senza compromessi è quello dello di zibellino e del cincillà ma mi piace soprattutto intarsiare e mescolare le pellicce insieme. Sono ispirato dal Rinascimento perché rappresenta un risveglio da un periodo buio grazie a un rinnovato stile di vita stile di vita attraverso la riscoperta di modelli antichi. Allo stesso modo io voglio rivoluzionare il mondo delle pellicce che devono essere vissute quotidianamente. L’utilizzo di volpi e visoni non convenzionali, che si fondono in contrasto con il pitone e il coccodrillo, per dar vita a un’esplosione di colori… tonalità del verde scuro, del turchese , del blu, del rosso, del marrone… Il coccodrillo è poi mescolato con volpe blenden per creare la parte posteriore di una sorta d’armatura… E’ Giovanna d’Arco la donna che ho voluto evocare per la collezione Autunno /Inverno 2012/13.

 

LF: Chi è allora la tua musa? Se ne hai una?

 

VG: I love Anna Dello Russo! Creatività + entusiasmo + Coraggio = Moda. Moda = Anna Dello Russo!

 

LF: Cosa ne pensi della industria della pelliccia?

 

VG: L’industria della pelliccia è una risorsa che impiega, nella sola Europa, da 45mila a 265mila persone nelle aziende. Le fabbriche hanno il dovere di seguire tutte le norme per non modificare l’equilibrio naturale come invece fanno quelle imitazioni spesso realizzate con sostanze chimiche derivate. Purtroppo la protesta contro l’industria della pelliccia esiste ancora ed è spesso causato da informazioni non corrette ma sarebbe troppo lungo parlarne…

 

LF: Quali sono oggi i tuoi obiettivi?

 

VG: Diventare un “nome” nel mondo della moda. Mi piacerebbe anche creare un grande spazio dove il mio staff potrebbe lavorare in armonia… Una sorta di loft senza pareti al fine di migliorare la collaborazione, la creatività… Un luogo dove le persone si possano lasciarsi trasportare dalla loro immaginazione attraverso lo stile e le tendenze…

 

LF: Ho visto sul vostro sito web che Anna Dello Russo indossa il cappotto di pelliccia. Parlami del vostro incontro.

 

VG: E’ stato fantastico! Anna ha visto le mie collezioni in Spiga2 e subito se ne innamorò. Ha voluto incontrarmi. Ti lascio immaginare la mia eccitazione… Anna è grande e il mio primo incontro con lei è stato fantastico e semplice al tempo stesso.

 

LF: Dove possiamo comprare le tue collezioni?

 

VG: Spiga2 a Milano, Luisa Via Roma a Firenze, Cascella a Porto Cervo, Boutique N°15 a Parigi, Mad Alchi in Giappone, Marylin a Naples Florida, Fischer a Vienna, e Gold a Mosca. Inoltre, una grande collaborazione sta nascendo a Forte die Marmi ma per ora è tutto top secret!

 

LF: Cosa fai nel tuo tempo libero?

 

VG: I miei giorni sono quasi interamente occupati dal mio lavoro e dedico il poco tempo che resta all’arte: visitare musei, mostre, monumenti…. Amo tutte le forme d’arte: pittura, scultura, architettura! L’ultima volta sono rimasto affascinato da Luciano Ventrone. Mi chiedo ancora come un uomo possa essere in grado di raggiungere una tale perfezione… Per me, è il più grande artista del secolo.

pelliccia_di_volpe_coccodrillo_Vladimiro-Gioiapelliccia_visone_nero_e_volpe_filettata_Vladimiro-Gioiatigre_Vladimiro-Gioiapelle_e_volpe_pelliccia_Vladimiro-Gioia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *