Il diario di una giovane imprenditrice

business lady fur

Falsi investitori ovvero le disavventure di una giovane imprenditrice 

 

Ho deciso di raccontarvi le mie esperienze nel mondo del business perchè penso possano essere utili anche voi.

Inizio col raccontarvi la mia ultima avventura. Potrebbe sembrare negativa ma non lo è, anzi è stata altamente formativa.

L’anno scorso ho realizzato la mia prima collezione di pellicce, con le mie sole forze, senza l’aiuto di alcun investitore. (E’ stato piuttosto faticoso… ho finito di pagarla ieri) 

All’arrivo dei primi ordini però mi sono resa conto che per evadere gli stessi avrei avuto bisogno di un investimento.

Decido così di fare il business plan per lo sviluppo del brand per i prossimi tre anni. Dopo una lunga ricerca trovo due potenziali “investitori”. 

Tra i due, naturalmente, scelgo quello sbagliato. 

Mi affido ad un gruppo di professionisti (commercialisti) che dicono di avere le finanze per investire nel mio progetto. Avevano infatti  appena acquisito un laboratorio di pellicceria e un e-commerce. Il mio brand, che era già stato registrato e lanciato sul mercato col loro laboratorio e e-commerce, sembrava proprio la parte mancante per un progetto ricco di sinergie.

Avrei sviluppato il campionario di pellicce nel laboratorio da loro acquisito e quindi sarei diventata competitiva sul mercato in quanto avendo a disposizione un proprio laboratorio per la confezione delle pellicce il prezzo dei miei capi sarebbe stato sicuramente più basso rispetto a quelli dei brand che devono sviluppare le loro collezione presso terzi.

Avrei venduto parte della collezione su questo shop online di lusso che sarebbe poi stato collegato al mio blog.

Affrontiamo le prime riunioni, lunghissime, a giugno. Ad agosto avviene la firma del contratto di licenza. Purtroppo però, pochi giorni prima della firma del contratto ebbi il sentore che le cose non stessero andando per il verso giusto, ovvero che gli investitori non avessero trovato le finanze. 

Infatti, il 30 settembre la nostra collaborazione ha avuto termine perchè, proprio come avevo fiutato, gli investitori non sono stati in grado di trovare le finanze, le banche hanno bocciato il loro progetto ed i finanziatori esterni non hanno dato alcuna risposta.

In teoria gli investitori dovrebbero avere le finanze o la certezza dell’appoggio delle banche, prima di imbarcarsi in qualche impresa,  per cui loro NON sono INVESTITORI… perchè non hanno le finanze… nè imprenditori perchè non hanno il coraggio  di rischiare.

La collezione ormai era disegnata, la ricerca dei materiali fatta, le strategia di comunicazione e vendita già ideate… 

Nel prossimo post vi racconterò cosa ho fatto. =)

Miao Miao

Lady Fur

 

Foto Mattia Moscato 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *