Pelle di volpe frost anni 40 New York

lady fur volpe frost max mara completo

Indossando la pelle di volpe frost come negli anni 40. Quanto mi sarebbe piaciuto vivere in quegli anni..

Quel giorno ero a New York, stavo andando ad un incontro di lavoro e Jamie seduto accanto a me in macchina mi stava analizzando il look (completo di Max Mara arancione e la volpe frost) mentre io da finta spensierata guardavo fuori dal finestrino. Attraversando il ponte di Brooklyn Jamie mi chiese: “Chi è la tua musa? La tua ispirazione?” E proseguì: “La mia è Anna Wintour”.

Ero talmente stanca che in quel momento non ricordavo quali fossero. Nella mia mente vedevo figure tipo Rihanna, Lady Gaga, ..??? No, troppo cheap… Non poteva essere …per cui dissi che in quel momento ero focalizzata sulla riunione che avremo dovuto fare ed evitai di rispondere.

Nelle foto indosso un completo comprato nel negozio della mia migliore amica (ha un blog bellissimo consiglio di andarlo a visitare) e una pelle di volpe frost con testa coda e zampe come si faceva negli anni 40. Avete mai visto Dance Girl Dance film del 1940?

In “Dance Girl Dance”, la protagonista arriva nella sala da ballo per l’audizione con una stola di volpe bianca con testa, coda e zampe.

Personalmente trovo sia molto elegante indossare le pelli come sono senza tagli o lavorazioni varie. Avevo indossato le pelli di zibellino anche a Copenhagen vi ricordate? Su un abito di seta portavo delle pelli di zibellino di Guida.

lady fur volpe frost anni 40 new york

Lady Fur a New York indossa Max Mara e volpe frost

Riguardo alla mia icona musa: non ho una vera icona ne ho tante e alcune fanno parte degli anni 40-60: fra loro c’è sicuramente Marella Agnelli, moglie dell’avvocato Gianni Agnelli.

marella agnelli e gianni agnelli

Marella Agnelli e Gianni Agnelli

Marella Agnelli amava le pellicce e le indossava con una classe ed un’eleganza inimitabili. “La componente più affascinante di Gianni Agnelli è stata Marella, sua moglie. The Last Swan , l’ultimo cigno, recita il titolo in inglese delle sue memorie, e le foto di Richard Avedon scattate negli anni Cinquanta lo spiegano benissimo, il lungo collo eburneo che sorregge un volto dolcemente enigmatico.” ho trovato un post molto interessate sul Giornale cliccate qui

Condivido altre foto qui sotto di Marella Agnelli.

Marella Agnelli pelliccia visone

Marella Agnelli

Marella Agnelli foto del suo libro15-3463007_0x420

marella agnelli sale in macchina elegante

In realtà sono fortemente attratta dalla moda del periodo fra gli anni 40 e gli anni 60 quando le donne erano molto femminili, eleganti, affascinanti: di classe.

Le pellicce di quegli anni erano PELLICCE, capi realizzati con tantissime pelli. Le donne di quel tempo le indossavano consapevoli del lusso dell’indossare una pelliccia. Al compimento dei diciotto anni era consuetudine regalare una pelliccia.

Purtroppo con gli anni si è persa la cultura del bello, dell’eleganza, non soltanto nella moda ma anche nell’architettura, in TUTTO. La sensazione che ho del modo di oggi è CHEAP. Quando cammino per strada a Milano, a Torino, a Copenhagen o nelle varie città che frequento e guardo i monumenti, le chiese, i palazzi di una volta penso con ammirazione  alle grandi menti  (e alle braccia) che hanno contribuito a costruire queste meraviglie.

lady fur in new york cercando vintage

Dagli anni 80 in avanti il senso del bello, dell’eleganza è cominciato a decadere. Anche le grandi griffe per catturare l’utente medio scendono a compromessi (quell’utente che davanti ad un’immagine in bianco e nero di Lauren Bacall in pelliccia se ne esce con un BLEEE! roba vecchia….) E lo stesso utente che indossando jeans strappati da 400 euro, una t-shirt col teschio e la borsa di Hermes pensa di essere elegante.

E’ cambiata la società, sono cambiati i costumi ma in modo drastico. Se la moda di una volta era BELLISSIMA SEMPLICISSIMA E RICCHISSIMA oggi è DIFFICILISSIMA, ECONOMICISSIMA, E BRUTTISSIMA.

Il valore della pelliccia per esempio non esiste più.

La pelliccia che compriamo per l’inverno 2015 non andrà bene per il 2016 perchè ormai sarà passata di moda…dead

Pochi designer fanno la differenza. Forse i veri sarti la fanno ancora con i loro abiti su misura e gli uomini e le donne di classe si rivolgono certamente a loro.
Fossi ricca comprerei ben poco nei negozi…. mi farei fare tutto su misura cercando di ispirarmi agli anni dell’eleganza, della raffinatezza, della femminilità.

Condivido altre bellissime foto che mi hanno ispirata per il mio fur outfit.

pelle di volpe vogue 1940

VOGUE UK 1950

7254891072_322ef60e73_o

Settembre Vogue 1950

5761174624_0f1906a9c5_b

 

 

 

Foto: Joshua Kogan

Make up: Joshua Beeler

Non perdere il primo giorno della NYFW

Guarda tutte le foto con le pellicce di volpe

guarda i miei ultimi outfit con le pellicce di visone 

6 Comments

  • Paola scrive:

    Bellissimo post complimenti.
    Bella tu come sempre ma molto belle anche le immagini di ricerca.
    Brava.

  • Maria Elena De Ambrosis scrive:

    Ma che belle le immagini del passato. Forse anche a me sarete piaciuto vivere in quegli anni.
    L’eleganza e il portamento delle donne di classe di allora ce la possiamo soltanto sognare.
    Un bacio

  • Maria Rosa Nevara scrive:

    Bellissimo post e bellissime foto. Contrariamente a quanto si può pensare il bianco e nero nelle fotografie dà un qualcosa che il colore non sa dare.
    Stupenda la foto della signora Marella Agnelli ritratta con i suoi cani.
    Un bacio

  • Giacomo de Giacomi scrive:

    Come sempre riesci a stupire con argomenti che riguardano sì il tuo settore ma che ne esplorano anche altri. Le immagini d’epoca di VOGUE sono stupende
    Un bacio

  • Dodo Valle scrive:

    Mi piace tutto di questo post, soprattutto il contrasto tra la parte a colori dove tu eccelli con questo bellissimo look e la parte in bianco e nero dedicata al passato.
    Molto originale veramente, cara
    Dodo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *