Ieri sera : Tomohiro Sato alla PopUpDesignGallery

davide_miciulla_lady_fur

Incontri interessanti, spazio creativo, condivisioni, talento, ricerca, informazione, arte, business, new project, la crema del mondo dell’imprenditoria e dell’arte ……

Questo e altro ancora, ieri, 8 novembre, alle 19.00 all’evento di Tomohiro Sato vincitore del Fashion Special Price e Modateca alla PopUpDesignGallery in Brera esattamente in Via Pontaccio 2 a Milano.

Solitamente non condivido gli eventi sul mio blog, ma per questo desidero fare un’eccezione: ne vale veramente la pena. Ho finalmente trovato un’oasi ricca di genialità, innovazione e talento.

samantha_dereviziis_tomohiro_sato_popupdesigngallery

Sono rimasta incantata davanti alle creazioni di Tomohiro Sato (capi unici fatti a mano) da questo fashion designer giapponese, esposte all’interno della  PopUpDesignGallery, che non è soltanto uno spazio contemporaneo, vetrina per designer selezionati e punto di incontro per amanti della moda, imprenditoria, arte e design ma  è un vero e proprio progetto social-culturale legato alla ricerca di giovani talenti ideato da Luca Lanzoni, Luca Mercatelli e Barbara Franchin,  madrina dell’ITS Concorso Internazionale di giovani stilisti di Trieste.

Ciò che l’evento è riuscito a regalarmi in emozioni e a trasmettermi in ispirazione per la mia prossima collezione è indescrivibile!. Penso che per un creativo la PopUpDesignGallery sia una meta da raggiungere e frequentare il più possibile.

omohiro_sato_popupdesigngallery omohiro_sato_popupdesigngallery omohiro_sato_popupdesigngallery omohiro_sato_popupdesigngalleryluca_lanzoni_elle.it_ omohiro_sato_popupdesigngalleryalessandro_ferarara omohiro_sato_popupdesigngalleryomohiro_sato_popupdesigngalleryomohiro_sato_popupdesigngallery

Per saperne di più cliccate qui: www.popupdesigngallery.com

Voi che mi seguite da tanto tempo sapete quanto io sia attratta dalla cultura giapponese (Arte, Moda, Design, Manga, Geishe, società, cibo, filosofia). Gran parte della mia vita è stata infatti influenzata dalla loro cultura, basti pensare al mio personaggio Lady Fur, ispirato alle Nekomimi (cat girls).

Qualche anno fa a Londra amavo vestirmi come le Gothic Lolita e qualche anno prima, fortemente influenzata dalla mia compagna di stanza nata a Kyoto, la domenica solevo indossare il kimono per trascorrere con loro la festività.

Miao Miao

LF
omohiro_sato_popupdesigngallery
lady_fur_samantha_dereviziis_tomohiro_sato_popupdesigngallery

2 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *