Anche se il press day è stato  due giorni fa, mi sono ripresa soltanto adesso.

Il team del mio ufficio stampa diretto da Elisa Airaghi e Manuela Cappellini non è avanti anni luce, di più!!! L’idea di far seguire l’evento in diretta è stata geniale e ha funzionato alla grande.

Dalle 10 del mattino fino alle 19 ho presentato la mia collezione alla stampa e ai bloggers.

Dalle 19 alle 22.30 c’è stato il Cocktail Party durante il quale ho fatto alcune scoperte.

Una delle tre proprietarie del mio negozio di fiori preferito di Milano è di origine torinese come me ed è anche della mia stessa zona praticamente via …  Il suo nome e’ Carlotta Lievore. Il negozio è Coralflowershop .

Il mio drink preferito è HugoSpritz  http://www.hugospritz.it/it/  Buonissimo! Ne avrò bevuto almeno quattro o cinque. Il promoter di HugoSpritz (tra l’altro “molto carino”) mi ricordava un po’ il mio ex fidanzato Franz anche lui promoter ma per la Redbull.

La collezione di scarpe in pitone pelle e cavallino che tanto desideravo indossare, esposta accanto  alla mia, è di Viviana Vignola, una napoletana DOC super elegant-chic,  proveniente dal settore pellicceria anche lei… Siamo diventate subito grandi AMICHE =) Il brand delle scarpe è  RACINE CARREE

>> READ MORE

Mentre ripetevo questa frase venticinque milioni di pelli la mia, di pelle, era d’oca!!!

Matteo mi stava riprendendo ed io iniziai il video, che pubblicherò domani, dicendo:  VENTICINQUE MILIONI DI PELLI. Avete idea di quante siano?  Un numero difficile da quantificare e immaginare. Beh! Io non le ho viste tutte, ma quasi!

Ho girato tutta l’asta (Kopenhagen Fur è mega gigante ) in monopattino accompagnata da Søren che con tanto entusiasmo e passione mi ha mostrato anche le stanze “segrete” raccontandomi il GRANDE lavoro che c’è dietro ad ogni singola pelle. NON VE LO IMMAGINATE NEMMENO. FIDATEVI.

kopenhagen_fur_welovefur_lady_fur_samantha_dereviziis

lady_fur_at_kopenhagen_fur_mink_skins

Queste foto sono soltanto una piccola preview. Non vedo l’ora di pubblicare il video: domani, massimo sabato mattina. SARA’ FIGHISSIMO. FORSE UNO DEI VIDEO PIU’ BELLI FATTI NELLA MIA VITA.

Un piccolo accenno sul come lavora un’asta per chi non lo sapesse:

L’asta riceve le pelli dagli allevatori.

Parliamo di visoni: ce ne sono di diverse tipologie  (bianchi e neri, a macchie, brinati, color cannella  etc ), guardate questo video dove Lune ve ne illustrerà alcuni.

Poi l’asta suddivide le pelli per  tipologia, sesso (maschio o femmina), taglia, colore, clarity, lunghezza pelo e qualità.

Macchinari costosissimi e di tecnologia super avanzata riconoscono le pelli, il sesso, il colore, la tipologia, la qualità la lunghezza del pelo e le differenziano, poi il team della Kopenhagen Fur fa un ulteriore controllo analizzando personalmente ogni singola pelle e suddividendole nuovamente.

L’operazione successiva è la creazione dei lotti,  ovvero gruppi di pelli della stessa qualità, colore e tipologia che, durante i primi giorni dell’asta verranno proposti ai brokers, coloro che compreranno poi durante l’asta le pelli.

I brokers durante i giorni di ispezione le analizzano segnando sul catalogo i numeri dei lotti che vorrebbero acquistare e poi, durante i giorni dell’asta, provvederanno a comprarle. Ad esempio se il prescelto è il  LOTTO NUMERO 118 PALOMINO FEMMINA e in quel momento stanno battendo proprio quello, i brokers tenteranno di comprarlo al prezzo più basso possibile. Purtroppo se il lotto piace  a molti il prezzo salirà sicuramente e in asta si sentirà UP UP UP segno che il prezzo sta salendo. >> READ MORE

Qui a Copenhagen il clima è molto diverso da quello italiano. Quel giorno, poi, faceva un freddo assurdo.

Decisi che per pranzo mi sarei recata nel ristorante di Sushi più importante e buono della città di Copenhagen, Sticks’n’Sushi situato all’ultimo piano dell’hotel Tivoli con vista panoramica a 360 gradi.

Se andate a Copenhagen questo è un altro posto da segnarvi in agenda. Il sushi è delizioso e si scioglie in bocca.

Il freddo era talmente intenso da indurmi ad indossare la pelliccia di foca. Con Il suo cappuccio ampio e coprente potevo ripararmi dal vento e dalla pioggia.

_DSC2214

Abbiamo scattato le foto in questo ristorante con vista panoramica sulla città dove, d’estate, pranzare o cenare all’aperto sul grande terrazzo è veramente emozionante.

Come si può facilmente notare dalle foto sono vestita, come in Italia si usa dire, “a cipolla ” ovvero a strati.

_DSC2155

Pelliccia di foca

Giacca del mio brand SAMANTHA DE REVIZIIS con murmasky

Maglia di lana

Abito Max&Co viola

Dolcevita

e sotto ancora, vestaglia di seta e body

Pensate che avessi freddo? =)=)

_DSC1854

Ho mangiato veramente di tutto: inutile descrivere le foto parlano da sole. >> READ MORE


Avete letto bene il titolo? Il press day più cocktail del mio brand SAMANTHA DE REVIZIIS sarà in streaming!

Preparate Popcorn e patatine e seguitemi =)

Per tutti quelli che non potranno venire all’evento per la presentazione della mia collezione a Milano da NO WORDS in zona Corso Como potrete seguirlo in diretta in  STREAMING  dal mio blog o cliccando qui dal canale youtube del mio ufficio stampa.

Il press day sarà OPEN DAY  dalle 10.00 del mattino fino alla 22.00

Dalle 19.00 alle 22.00 Cocktail Party anche questo in streaming. >> READ MORE

Et voilà! Come promesso nel post precedente per chi non l’avesse letto (clicchi  qui) condivido con voi alcune delle lavorazioni made by Kick Kopenhagen Fur con la pelle di foca.

Naturalmente queste sono soltanto una piccola parte delle lavorazioni che ho visto. Prendetele pure come ispirazione ma sappiate che si può fare molto, molto di più. Provate a pensare a come utilizzereste voi la foca.

A differenza delle altri pelli da pellicceria non è necessario inchiodarla ed è molto più facile da cucire e lavorare.

Per i creativi la pelle di foca potrebbe essere la massima aspirazione per l’espressione della propria genialità.

foca colori_di_pelle_di_foca_varianti_kopenhagenfur

La sua duttilità è infinita proprio come la creatività e la fantasia dei designer. Inoltre è facile da colorare. Anche il cuoio assorbe molto bene il colore. Si possono addirittura ottenere bellissime tonalità pastello.

Io ho già mille idee che mi ronzolano in testa…  Voi?

Lasciatemi infine riaffermare che, a differenza del tessuto, la pelle da pellicceria si può tingere, tagliate, allungare, rasare, epilare, intarsiare, riutilizzare: insomma si può fare di tutto e di più.

Qui sotto le foto delle lavorazioni.

Vi auguro buona visione e tanti bei desideri e sogni creativi perché, se anche voi ve ne innamorerete come ho fatto io, non smetterete più di pensare a che cosa fare con questa fantastica materia.

Pelle di foca colorata di blu con strisce di pelle argento applicate

pelle_di:foca_con_applicazione_pelle_argento

Pelle di foca con cuoio intagliato

>> READ MORE